.

MONDO IN CAMMINO Veneto

SEDE
Via del Meril, 13
31029 Vittorio Veneto

TELEFONO
0438/555274
333/8904279

E-MAIL
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SITO INTERNET
www.mondoincammino.org
http://progettoaccoglienza.wordpress.com

PRESIDENTE
Massimo Ceresa

SCOPI DELL'ASSOCIAZIONE
Il 2 giugno 2010 nasce a Vittorio Veneto il Gruppo Veneto di Mondo in Cammino Onlus, che si prefigge come scopo quello di diffondere i principi della solidarietà umana, della pace, della condivisione ed uguaglianza fra i popoli e della difesa dell’ambiente.
Obiettivo principale è avviare una campagna d’accoglienza per la pace con percorsi di riconciliazione per cinque ragazzi osseti cristiani e cinque ingusci musulmani delle classi di base (10-13 anni) provenienti dal Prigorodnyj Rajon (de jure Rep. Ossezia del Nord, de facto, Inguscezia), uno dei distretti più conflittuali del Caucaso del Nord.
Un progetto che verrà realizzato nella Provincia di Treviso e che risulterà la prima esperienza in Veneto (ed una delle prime in Italia), di accoglienza ed ospitalità interetnica e interreligiosa di minori osseti-cristiani e ingusci-musulmani, che risiedono nella zona contesa del Prigorodnyj Rajon (Fed. Russa).
In Veneto, oltre altre a numerose iniziative di collaborazione con enti, associazioni, mass-media ed autori in campo letterario, MICV, si impegna a svolgere una funzione primaria nella sensibilizzazione, divulgazione e sviluppo della filosofia della solidarietà e del volontariato, al di là del proprio specifico ambito d’intervento.

A partire dal mese di settembre 2010, MICV presenterà nel Triveneto una serie di eventi di primissimo piano nel campo della cultura, tra cui spiccano due convegni che vedranno come protagonista l’illustre Prof. Jurij Bandaževskij, uno scienziato che ha pagato con la galera, la disgregazione familiare e con l'esilio, il coraggio di avere detto la verità sulle bugie di Cernobyl; la presentazione del saggio “La democrazia arancione” di Matteo Cazzulani; la presentazione del romanzo-denuncia “Dania e la neve” di Massimo Ceresa; la presentazione del saggio “Ulitsa Sadovaja” dell’antropologa Elisa Geremia; il libro “Bosnia Express” del giornalista Luca Leone; l’incontro “Libera Stampa!” con la partecipazione dei giornalisti Vera Politkovskaja, figlia di Anna Politkovskaja, e Leonardo Coen di La Repubblica; la manifestazione “Te la do io l’energia” sui disastri nucleari degli ultimi vent'anni e sui nuovi modelli di sviluppo sostenibile, con la partecipazione di Michele Gregori, Ermes Drigo, Matteo Civiero e Marco Barro; il convegno per la Giornata della Memoria 2012 “GULag e Memoria” con Elena Dundovich (Università di Firenze e Memorial Italia), la giornalista Anna Zafesova (La Stampa) e lo scrittore Gabriele Nissim.