.

AUSER - Circolo "Elisa Braido"

SEDE
Via Istria, 1 
31029 Vittorio Veneto
(ex Scuola Elementare "Cecchin" di Costa)

TELEFONO
347/5064800

E-MAIL
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.%20">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

SITO INTERNET
www.auser.veneto.it/treviso-braido

PRESIDENTE
Marina Castagner

SCOPI DELL'ASSOCIAZIONE
Il Circolo Ricreativo e Culturale "Elisa Braido" nasce nell'agosto del 1989 come affiliato all'Associazione AUSER.
Nasce per iniziativa di un gruppo di donne e uomini già impegnati in ambito sociale e/o sindacale.
Viene dato al Circolo il nome di Elisa Braido, morta prematuramente il 22 aprile 1976 all'età di 45 anni. Una donna che ha lasciato un segno profondo nelle persone che l'hanno conosciuta per l'onestà, l'intelligenza e l'amore profusi nell'impegno sociale e politico. Capace di indignarsi contro ogni ingiustizia, era naturalmente vicina ad ogni persona, al di là della posizione sociale, della provenienza, del genere, delle scelte di vita.

Il Circolo "Elisa Braido" è oggi:
 - Punto d’incontro, di relazioni sociali, inserito nel quartiere Costa-Meschio a Vittorio Veneto, aperto e rivolto alle persone di ogni età e provenienza, pone attenzione particolare alle persone della terza età.
 - Promuove iniziative e attività in ambito ricreativo e culturale, in collaborazione con l’Amministrazione locale, i servizi sociali, le altre Associazioni, i gruppi di giovani, gli studenti degli istituti superiori della città.
 - Coinvolge le famiglie per un recupero etico, sociale e culturale, per promuovere la disponibilità verso gli altri e la solidarietà tra vicini di casa e gente del quartiere, verso cui il Circolo si propone come una “casa” accogliente e aperta.
 - Crea opportunità di crescita culturale, di socializzazione e potenziamento delle abilità fisiche per favorire processi e comportamenti che contribuiscano a mantenere il più a lungo possibile il benessere, l’autonomia e la salute della persona al fine di migliorarne la qualità della vita.
 - I tre quarti dei soci sono donne, il Circolo rivolge la propria azione a sostegno delle donne.